Termini e condizioni generali di vendita (TCG)

1 Parti contraenti e applicabilità

1.1 L’AdUnit AG è l’azienda fornitrice (“fornitrice“) dei servizi definiti sul sito adunit.ch. La fornitrice stipula con il cliente un contratto relativo al servizio desiderato corrispondente.

1.2 I nostri Termini e condizioni generali di vendita (“TCG”) per i servizi AdUnit regolano i rapporti giuridici tra la cliente/il cliente (“il cliente”) e la fornitrice nel quadro dei servizi AdUnit e sono parte integrante del contratto stipulato tra il cliente e la fornitrice. La fornitrice ha il diritto di modificare in ogni momento i presenti TCG. Il cliente può visualizzare i TCG attuali sul sito adunit.ch o ordinarne un esemplare presso la fornitrice. Il cliente conferma tramite la fruizione di nuovi servizi o il pagamento di ogni fattura di aver letto e acconsentito alla versione attuale corrispondente dei TCG.

2 Entrata in vigore e durata del contratto, annullamento, recesso

2.1 Il contratto volto alla fruizione dei servizi AdUnit entra in vigore con la conferma per e-mail da parte della fornitrice della richiesta di offerta avanzata dal cliente o con la conferma da parte del cliente dell’offerta proposta dalla fornitrice per e-mail (di seguito anche “conferimento dell’incarico” oppure “prenotazione”). Il contratto circa l’erogazione dei servizi AdUnit viene stipulato tassativamente per la durata concordata o fino all’esaurimento del budget concordato a partire dalla data di attivazione. La fornitrice può recedere dal contratto in qualsiasi momento e senza attenersi al termine di recesso per motivi importanti, quali ad esempio la violazione del paragrafo 5.

2.2 È possibile effettuare un cambio della prenotazione o annullarla prima della data di attivazione solamente dietro pagamento dell’indennità per le prestazioni che sono state già eseguite dalla fornitrice o da eventuali terzi. L’eventuale modifica della prenotazione deve avvenire almeno cinque giorni lavorativi prima della prima data di attivazione.

3 Servizi della fornitrice

3.1 La fornitrice offre al cliente la possibilità di gestire la propria pubblicità, proporzionalmente all’entità della sua prenotazione, all’interno di una campagna su diversi canali. A tal fine, la fornitrice pubblica su incarico del cliente i contenuti pubblicitari forniti dal cliente stesso, quali ad esempio testi, immagini, loghi e altri contenuti (“Contenuti pubblicitari”) su piattaforme di terzi così come, a seconda dei servizi AdUnit, su motori di ricerca (piattaforme di terzi e motori di ricerca denominati di seguito “Publisher”).

3.2 I contenuti dei servizi della rispettiva campagna vengono trattenuti per l’incarico esistente tra il cliente e la fornitrice. Le impression elencate sono una stima e non sono garantite. Il numero varia a seconda del materiale pubblicitario fornito (tipo e formati).

3.3 Si farà presente al cliente che la pubblicazione dei contenuti pubblicitari su Google e Facebook richiede l’apertura di un apposito account del cliente. Tali o simili condizioni possono essere richieste in qualsiasi momento anche da altri publisher. Su richiesta del cliente e con il suo aiuto, la fornitrice può supportare una sola volta il cliente nella creazione di una fanpage su Facebook (di seguito «FBF») e/o di un account su Google My Business (di seguito «GBA»). Qualora la fornitrice effettuasse suddetta creazione, il cliente cede alla fornitrice il diritto di creare la FBF e/o il GBA a suo nome, nominando un amministratore (e-mail). Dopo la creazione iniziale della FBF e/o del GBA da parte della fornitrice, quest’ultima cede i rispettivi diritti di amministratore per e-mail all’amministratore nominato dal cliente. Con la cessione dei diritti di amministratore al cliente, si adempie a tutti gli obblighi della fornitrice relativi alla creazione della FBF e/o del GBA. In seguito, il cliente è responsabile per l’assistenza e l’aggiornamento della FBF e/o del GBA. In particolar modo, a seguito della cessione dei diritti di amministratore, il cliente è il solo responsabile circa l’adempimento delle condizioni di utilizzo di Facebook e Google. Non sussiste alcun obbligo, né responsabilità da parte della fornitrice vincolata alla creazione (di successo) di una FBF e/o un GBA. La fornitrice può richiedere in qualsiasi momento al cliente di effettuare quanto suddetto autonomamente.

3.4 La composizione dei publisher nel network della fornitrice può cambiare in qualsiasi momento, in particolar modo è possibile che, durante la validità del contratto, singoli publisher vengano sostituiti, eliminati o che se ne aggiungano di nuovi. Tuttavia, ciò non rappresenta un inadempimento da parte della fornitrice e non esime il cliente dal suo obbligo di pagamento.

3.5 La fornitrice eroga i propri servizi utilizzando i consueti standard generali e impiega la scrupolosità necessaria. Essa ha il diritto di modificare le proprie installazioni e i propri requisiti tecnici e di modificare la gamma della propria offerta. Il cliente acconsente all’apportazione di tali modifiche nella misura in cui ciò non infici irragionevolmente sui servizi richiesti.

3.6 A seguito della stipula del contratto, al cliente viene fornito un accesso protetto da password all’area clienti. La fornitrice definisce la natura della protezione dell’accesso. Essa non ha l’obbligo di verificare i dati identificativi degli utenti. È inoltre autorizzata a considerare come legittimo ogni accesso avvenuto con l’inserimento della password corretta. Altresì non ha l’obbligo di rispettare specifici provvedimenti sul copyright. Il cliente ha l’obbligo di proteggere le proprie password e chiavi di identificazione da abusi e di rispondere alla fornitrice per ogni danno che potrebbe esserle causato a causa di abuso. In caso di abuso dell’area clienti o mancato pagamento delle fatture da parte del cliente, la fornitrice ha il diritto di bloccare l’accesso all’area clienti.

4 Contenuti pubblicitari e pubblicazione

4.1 Il cliente è tenuto a comunicare tempestivamente alla fornitrice tutte le informazioni e i dati necessari al fine dell’erogazione conforme del servizio.

4.2 Il cliente conferma tramite il conferimento dell’incarico di essere in possesso di tutti i diritti necessari su tutti i contenuti pubblicitari messi a disposizione e di poter disporne liberamente e illimitatamente.

4.3 Il cliente assicura che i contenuti pubblicitari non violano alcuna prescrizione legale, di cui se ne assume la totale responsabilità, in particolar modo se contengono rappresentazioni sessuali o pornografiche o utilizzano nomi o concetti che pubblicizzano e rimandano a programmi o contenuti di tale natura. Lo stesso vale per contenuti e forme radicali, politiche e di qualsiasi altra natura che violino la moralità e il buon costume e, in genere, per l’adempimento di qualsiasi tipo di diritto di terzi. Il cliente prende atto che potrebbe essere necessario attenersi alla legislazione cantonale ed estera.

4.4 Il cliente prende atto che ogni publisher mette a disposizione le proprie disposizioni in materia di uso e protezione dei dati, così come le direttive in materia pubblicitaria e che rientra nella responsabilità del cliente informarsi circa le rispettive disposizioni e rispettarle.

4.5 La fornitrice non si assume alcun obbligo di verificare i contenuti pubblicitari e declina espressamente ogni responsabilità a riguardo. Il cliente esonera la fornitrice di tutti i costi (incluse le spese di difesa) e le rivendicazioni avanzate nei confronti della fornitrice da parte di terzi. Tale responsabilità si estende oltre la durata del rapporto contrattuale.

4.6 La fornitrice può respingere o eliminare a propria discrezione determinati contenuti pubblicitari del cliente a causa della natura, della provenienza, del formato tecnico o della qualità che presentano in base a principi uniformi e giustificabili oggettivamente, in particolar modo nel caso in cui i contenuti pubblicitari non siano conformi alle garanzie sopracitate. Ai publisher spetta lo stesso diritto. Nel caso in cui venga rifiutato o eliminato il contenuto pubblicitario, il cliente non ha alcun diritto a richiedere un rimborso dei pagamenti che ha già effettuato, nella misura in cui essi siano pari al valore delle prestazioni già eseguite dalla fornitrice. Nel quadro consentito dalla legge si escludono le richieste di risarcimento danni avanzate da parte di un cliente. In caso di rifiuto, il cliente ha tuttavia la possibilità di mettere a disposizione contenuti pubblicitari nuovi o modificati, che non presentino le caratteristiche di quelli che rientrano nelle motivazioni del rifiuto, tenendo in conto il termine di almeno cinque giorni lavorativi precedentemente alla prima data di attivazione. Gli eventuali obblighi contrattuali legati ad un contenuto pubblicitario che, pur essendo stato respinto in modo giustificato, viene pubblicato ricadono interamente sulla controparte.

4.7 Il cliente è responsabile per la fornitura tempestiva (ossia cinque giorni lavorativi precedentemente alla prima data di attivazione) e ineccepibile dal punto di vista tecnico dei contenuti pubblicitari conformemente ai servizi acquistati. Nel caso in cui non fosse possibile pubblicare o attivare contenuti pubblicitari, oppure li si attivasse in modo sbagliato perché il contenuto pubblicitario fornito è erroneo o sbagliato, oppure non è stato fornito tempestivamente, il cliente non ha il diritto di richiedere una riduzione del prezzo e, pertanto, non ha il diritto di richiedere un rimborso nemmeno in questo caso.

4.8 L’attivazione dei contenuti pubblicitari avviene nella qualità di riproduzione che si suole utilizzare per le pubblicazioni online e dipende inoltre dal terminale utilizzato.

5 Proprietà intellettuale e diritti di terzi

5.1 Laddove il cliente non crei autonomamente i contenuti pubblicitari, né il fornisca già pronti alla fornitrice, l’intera proprietà intellettuale e sostanziale dei contenuti pubblicitari rimane esclusivamente alla fornitrice. Laddove i contenuti pubblicitari forniti dal cliente vengano modificati dalla fornitrice o da un terzo, tale modifica viene eseguita regolarmente dalla fornitrice o da terzi. Il cliente garantisce alla fornitrice il diritto esclusivo, gratuito, permanente, trasferibile, inderogabile e cedibile illimitatamente in sublicenza su qualsiasi altro contenuto pubblicitario per l’uso, la riproduzione, la modifica, l’adeguamento, la traduzione, la distribuzione, la pubblicazione e l’esposizione.

5.2 Su richiesta del cliente sussiste la possibilità che la fornitrice inserisca illustrazioni, grafici, foto o altri contenuti protetti legalmente di fornitori terzi (di seguito “Opere di terzi”) nei contenuti pubblicitari, ad esempio nel caso in cui il cliente non disponga di illustrazioni, grafici o foto proprie. In questi casi, il cliente ha l’obbligo di ottemperare ai diritti vigenti del fornitore terzo e di attenersi ai limiti e agli obblighi vigenti e correlati al rilascio di una (sub)licenza per le opere di terzi ai sensi della disposizioni pertinenti del fornitore terzo. In caso di infrazione, il cliente manleva la fornitrice.

5.3 Il cliente dichiara ed assicura espressamente di rispettare i diritti di terzi, in particolar modo i diritti aziendali, d’autore e di marchio. Egli è a conoscenza del fatto che generalmente esistono diritti di terzi che vigono su immagini, grafici, dati, documenti audio, programmi o parti di essi e dichiara di aver richiesto e ottenuto previamente i diritti di utilizzo.

5.4 La fornitrice non ha l’obbligo di verificare la natura di tali diritti di terzi o l’esistenza dei diritti d’uso necessari da parte del cliente. In casi di dubbio, essa può tuttavia esigere che il cliente presenti un certificato di autorizzazione, respingere la relativa documentazione, richiedere l’eliminazione delle parti che violano la legge e, ove ciò non avvenisse, sospendere l’erogazione dei propri servizi fino a quando tale violazione non venga risolta. Il cliente manleva totalmente la fornitrice da tutte le rivendicazioni che potrebbero essere fatte valere da terzi nei suoi confronti.

5.5 La fornitrice ha il diritto di pubblicare i contenuti pubblicitari, così come i dati e le informazioni dei contenuti pubblicitari su pagine di terzi e/o per pubblicizzare la propria offerta online, nonché di metterle a disposizione degli istituti di ricerca di mercato.

6 Garanzia

6.1 La fornitrice risolve i problemi tecnici che rientrano all’interno della propria area di competenza entro un termine adeguato. In particolar modo, la fornitrice non si assume la responsabilità per le indicazioni contenute nelle descrizioni del servizio o nelle specifiche e non risponde in alcun modo per problemi o interruzioni. Il cliente si assume esclusivamente la responsabilità per le installazioni tecniche necessarie e la protezione dei programmi (software) o quella tecnica (hardware).

6.2 La fornitrice non garantisce in nessun modo per la compatibilità dei propri servizi con l’hardware o il software del cliente.

7 Prezzi, emissione della fattura e condizioni di pagamento

7.1 Il cliente è tenuto a corrispondere e paga il prezzo concordato nel contratto, senza alcuna deduzione, entro 30 giorni dall’emissione dellla fattura da parte della fornitrice. L’emissione della fattura avviene generalmente su base mensile. La prima fattura viene emessa generalmente subito dopo la stipula del contratto, indipendentemente dalla consegna da parte del cliente dei contenuti pubblicitari menzionati o della loro attivazione. Si esclude qualsiasi rimborso di commissioni/costi già corrisposti o uno sconto. Non si accettano assegni WIR. La fornitrice ha il diritto di riscuotere l’importo dovuto tramite una fattura elettronica emessa da un fornitore di servizi di telecomunicazione (FST), ad es. Swisscom (Svizzera) AG o altri partner.

7.2 In caso di sforamento del termine di pagamento ai sensi del paragrafo 7.1, entra in essere immediatamente un ritardo di pagamento. In caso di ritardo nel pagamento, si è debitori per legge di un tasso moratorio pari al 5% annuo ai sensi dell’art. 104 CO. La fornitrice ha inoltre il diritto di richiedere i costi del sollecito per coprire parzialmente le spese da esso derivate. L’importo non saldato della fattura, più le ammende di mora e i tassi di interesse, può essere ceduto o venduto a terzi ai fini del recupero dei crediti. La fornitrice addebita i costi per la cessione, pari a CHF 75.–, al cliente nel momento del trasferimento del credito alla società di recupero crediti.

7.3 La fornitrice può esigere al cliente pagamenti anticipati prima di erogare i propri servizi. Il pagamento anticipato può avvenire tramite carta di credito o in casi eccezionali dietro fattura. Indipendentemente da ciò, in caso di mancato pagamento, la concessionaria può interrompere i suoi servizi senza preavviso finché tutti gli importi dovuti non sono pervenuti presso la stessa. I diritti legali spettanti alla fornitrice rimangono in ogni caso impregiudicati.

7.4 In caso di pagamento con carta di credito, al momento della prenotazione viene eseguita una riserva dell’importo. L’effettivo addebito avviene con l’avvio dell’incarico.

7.5 Laddove sorgessero errori durante l’esecuzione, il cliente non ha il diritto di esimersi dal pagamento. È consentito concedere una compensazione solo nei casi in cui la richiesta di compensazione presentata dal cliente sia stata accertata inconfutabilmente o giudizialmente acclarata. Si escludono ulteriori o altre rivendicazioni da parte del cliente.

7.6 Il prezzo netto concordato ha validità fissa. L’IVA legale, altre eventuali tasse, imposte o commissioni non sono contenute nel prezzo netto corrispondente e verranno addebitate separatamente.

7.7 La fornitrice può modificare i prezzi dei servizi in qualsiasi momento. Per i clienti con una campagna in corso essi entrano in vigore con il prolungamento successivo dell’incarico e verranno comunicati tempestivamente al cliente.

8 Responsabilità e limitazione della responsabilità

8.1 La fornitrice risponde unicamente al cliente per l’erogazione delle prestazioni in conformità all’incarico affidatole.

8.2 La fornitrice è responsabile solo in caso di dolo e di colpa grave. In altri casi, si esclude interamente la responsabilità nel quadro consentito dalla legge. In particolar modo si esclude qualsiasi responsabilità per influenza di terzi sulla campagna pubblicitaria (ad es. click fraud), danni indiretti e derivati, nei casi di forza maggiore e sciopero, per problemi tecnici che rientrano nella sfera di responsabilità di altre aziende e/o gestori di rete, nonché del personale ausiliario. Laddove la responsabilità ricada sulla fornitrice, essa è limitata in tutti i casi all’importo dei danni constatati, o al massimo alla somma contrattuale.

8.3 In caso di consegna erronea da parte della fornitirce di contenuti pubblicitari e in caso di censura tempestiva, il cliente ha il diritto di rivendicare esclusivamente un miglioramento (consegna sostitutiva o nuova consegna) laddove il senso e l’effetto pubblicitario siano stati inficiati a causa della consegna erronea.

8.4 I contenuti pubblicitari non verranno né conservati, né rispediti, ma possono tuttavia venire archiviati dalla fornitrice per un determinato lasso di tempo. La fornitrice non fornisce alcuna garanzia a riguardo. La fornitrice non si assume altresì la responsabilità per atti illeciti condotti contro il cliente da parte degli utenti (ad es. copia non autorizzata di contenuti e simili).

8.5 Il cliente risponde alla fornitrice per tutti quei danni che potrebbero ricadere su quest’ultima a causa della violazione delle disposizioni contrattuali ed egli la esonera da tutte le rivendicazioni avanzate da terzi nei suoi confronti circa la presunta violazione di beni immateriali o altri diritti. Il cliente è a conoscenza del fatto che sussiste la possibilità che si verifichino atti illeciti anche attraverso dei semplici collegamenti tecnici e programmatici (ad es. link). Il cliente è pertanto tenuto a creare solamente quei collegamenti per i quali è possibile escludere reati e violazioni dei diritti di terzi. La fornitrice informa il cliente entro un termine adeguato nel caso in cui vengano avanzate delle rivendicazioni di diritti.

8.6 In linea di principio, la fornitrice ha il diritto di effettuare le consegne conformemente alla legge presso gli indirizzi e le persone indicate dal cliente. Il cliente ha l’obbligo di comunicare l’eventuale modifica del suo indirizzo, della persona interna di riferimento o dell’e-mail a cui ricevere la corrispondenza. La fornitrice non si assume alcuna responsabilità in caso di una consegna erronea.

9 Protezione dei dati

9.1 Si applicano le disposizioni sulla protezione dei dati della fornitrice nella versione corrente, disponibili sul sito adunit.ch.

9.2 La fornitrice può inviare al cliente informazioni relative ad altri suoi prodotti o servizi (ad es. sotto forma di newsletter o lettera). Qualora il cliente non desideri più ricevere tali comunicazioni da parte della fornitrice, egli può notificarlo in qualsiasi momento per e-mail customercenter@adunit.ch, lettera o telefonicamente ai contatti di riferimento presenti sul sito adunit.ch.

9.3 Il cliente ha l’obbligo di rispettare il diritto applicabile in materia di protezione dei dati. Egli deve garantire di essere autorizzato ad incaricare la fornitrice e a trasmettere i dati personali alla fornitrice stessa in questo contesto. In particolar modo, egli ha l’obbligo di ottenere gli eventuali consensi necessari e di adempiere a tutti gli obblighi informativi. Il cliente manleva totalmente la fornitrice da tutte le rivendicazioni di terzi che essi potrebbero far valere nei confronti della fornitrice nel quadro del trattamento dei dati personali conformemente al contratto.

9.4 Nella misura in cui la fornitrice, in qualità di erogatrice del servizio al cliente, tratta i dati personali, il cliente in rapporto con la fornitrice rimane l’unico responsabile ai sensi del diritto in materia di protezione dei dati ed è responsabile per la legittimità del rilevamento, trattamento e utilizzo di tali dati personali in ottemperanza alle disposizioni legali. Si applica inoltre quanto segue:

9.4.1 la fornitrice tratta i dati personali forniti dal cliente per il trattamento durante la durata del contratto per l’erogazione dei servizi contrattuali ed, inoltre, salva e tratta questi dati personali sui propri sistemi su incarico del cleinte.

9.4.2 Fatte salve le disposizioni legali cogenti, la fornitrice tratterà i dati personali esclusivamente per l’esecuzione del contratto, ai soli fini e solo ai sensi delle istruzioni documentate da parte del cliente. Le istruzioni del cliente risultano innanzitutto dal contratto e dal modo in cui il cliente usufruisce dei servizi della fornitrice.

9.4.3 La fornitrice assicurerà che tutte le persone autorizzate al trattamento dei dati personali si attengano all’obbligo di riservatezza qualora essi non siano soggetti ad un obbligo di riservatezza legale adeguato.

9.4.4 La fornitrice adotterà adeguati provvedimenti tecnici ed organizzativi per la tutela dei dati personali, i quali sono conformi ai requisiti della legge svizzera sulla protezione dei dati, così come dell’articolo 32 del Regolamento generale UE sulla protezione dei dati (GDPR).

9.4.5 La fornitrice supporterà il cliente, ove ragionevolmente possibile, mediante provvedimenti tecnici e organizzativi nell’adempimento all’obbligo di informazione alla persona interessata ai sensi del diritto applicabile in materia di protezione dei dati, nonché risponderà alle richieste del cliente circa i diritti spettanti alla persona interessata.

9.4.6 La fornitrice informerà immediatamente il cliente qualora arrivasse a ritenere che l’istruzione del cliente relativamente al trattamento dei dati personali potrebbe violare il diritto applicabile in materia di protezione dei dati.

9.4.7 La fornitrice supporterà il cliente relativamente agli obblighi impostigli dal diritto applicabile in materia di protezione dei dati, come ad esempio gli artt. dal 32 al 36 del GDPR o le disposizioni corrispondenti del diritto svizzero sulla protezione dei dati. La fornitrice informerà immediatamente il cliente circa una violazione della protezione dei dati rientrante nell’ambito di responsabilità della fornitrice.

9.4.8 La fornitrice metterà a disposizione del cliente tutte le informazioni ragionevolmente necessarie in modo che il cliente possa documentare adeguatamente l’adempimento delle prescrizioni del presente par. 9.4 grazie alla fornitrice. Qualora ciò fosse obbligatorio ai sensi del diritto applicabile in materia di protezione dei dati e le informazioni fornite dalla fornitrice non fossero sufficienti da sole, la fornitrice autorizzerà il cliente sul piano strettamente giuridico a permettere a carico del cliente l’esecuzione delle ispezioni richieste dal cliente stesso e rispetto alle quali gli esaminatori sono soggetti all’obbligo della riservatezza. Tali ispezioni non possono ostacolare le normali procedure operative presso la fornitrice, né presso i subappaltatori. Esse devono essere eseguite previo accordo durante i consueti orari di lavoro e non possono compromettere la protezione di segreti e dati personali di altri clienti della fornitrice.

9.4.9 La fornitrice può cedere il trattamento dei dati personali a terzi («subappaltatori»), in particolar modo ai fini dell’attività, dello sviluppo e della manutenzione dell’infrastruttura IT utilizzata per l’erogazione di servizi della fornitrice. Con la presente il cliente si dichiara concorde a tale cessione. Un elenco aggiornato dei subappaltatori a cui ricorre la fornitrice è disponibile su adunit.ch. La fornitrice ha il diritto di apportare modifiche a tale elenco e di informarne adeguatamente il cliente (ad esempio tramite notifica nell’area Aiuto dell’assistenza clienti nel Customer Center). Ove il cliente non si opponesse a suddetta modifica entro quindici giorni (o, in casi urgenti, entro il termine più breve indicato dalla fornitrice) dalla data del messaggio, si intende accordato il consenso da parte del cliente. Ove il cliente si opponesse tempestivamente ad una modifica comunicata dalla fornitrice, la fornitrice ha la facoltà di scegliere se rinunciare all’adozione della modifica non accettata dal cliente oppure se sciogliere il contratto con effetto immediato.

9.4.10 Ai sensi del par. 9.4.5, 9.4.7 e 9.4.8, la fornitrice ha il diritto di addebitare al cliente gli eventuali costi ed esborsi derivati da quanto suddetto, qualora la fornitrice li avesse annunciati previamente al cliente.

9.4.11 Su richiesta del cliente, o al più tardi alla scadenza del contratto, la fornitrice eliminerà i dati personali, ove la fornitrice non avesse l’obbligo legale di conservarli. Qualora fosse possibile procedere ad un’eliminazione solo con uno sforzo sproporzionato (ad es. con back-up), la fornitrice può bloccare l’accesso ai dati personali invece di eliminarli. Se la fornitrice conserva i dati personali oltre la scadenza del contratto, essa li conserverà in modo confidenziale ai sensi delle disposizioni di questo par. 9. La fornitrice ha il diritto di utilizzare i dati (anche oltre la scadenza del contratto) in forma anonima per l’analisi degli errori e lo sviluppo continuo delle funzioni del software e ai fini di benchmarking.

10 Disposizioni finali

10.1 Accordi accessori, modifiche degli accordi contrattuali o accordi aggiuntivi sono validi solo ove siano stati concordati per iscritto o – in caso di contatto elettronico con il cliente – a seguito dell’avvenuta conferma per e-mail da parte della fornitrice (escluse le modifiche delle TCG, cfr. par. 1.2).

10.2 La fornitrice ha il diritto di cedere a terzi uno o più diritti ed obblighi del contratto o l’intero rapporto contrattuale. Si esclude una cessione in tal senso da parte del cliente.

10.3 Eventuali modifiche della situazione giuridica del cliente non influenzano in alcun modo la validità del contratto. In caso di cessazione dell’attività del cliente, la fornitrice ha il diritto di fatturare immediatamente il valore contrattuale residuale presentando una rendicontazione finale.

10.4 L’eventuale non validità di una delle presenti disposizioni contrattuali non pregiudica l’efficacia del resto del contratto. Il rapporto contrattuale tra le parti è soggetto al diritto svizzero. Si esclude l’applicazione delle norme sostanziali rientranti nel conflitto di leggi, così come delle disposizioni della convenzione commerciale di Vienna (Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionale di merci, stipulato a Vienna il 11.04.1980).

10.5 Il foro competente è Zurigo. La fornitrice ha il diritto di chiamare in causa il cliente anche presso il foro competente di quest’ultimo. Ci si riserva il diritto di designare un foro imperativo.

AdUnit AG, marzo 2019